il nilo nasce vicino all'equatore

Questo potrebbe portare ad una espansione della vegetazione nell'area attualmente deserta, anche se a un livello meno esteso del medio Olocene[83] e probabilmente accompagnato da uno spostamento verso nord del deserto, con il conseguente inaridimento della parte più settentrionale dell'Africa. Una Linea Verticale, Oggi sappiamo che le sorgenti del Nilo si trovano presso Gasumo, nella sezione meridionale dell’altopiano del Burundi, a 45 km. [255], Una fine avvenuta più tardi attorno a 4 000 anni fa nell'Africa nordorientale può dipendere dalla differente configurazione delle masse terrestri e dal conseguente comportamento del monsone;[256] altre ricerche hanno trovato uno spostamento in senso est-ovest dell'inaridimento. [28] Le dune arrivavano più vicino all'equatore,[27][29] e si erano formate dune anche in Arabia, Israele[30] e nel fondale marino esposto del Golfo Persico[31] dove era aumentata la formazione di sabbia. [63], Alcune evidenze indicano un cambiamento del clima in due fasi con due distinte transizioni verso il periodo arido[260] causate da due diversi momenti della diminuzione dell'insolazione. quello dell’irrigazione permanente, mediante la costruzione di sbarramenti che permettono di immagazzinare le acque del fiume e distribuirle razionalmente. Non lontano da Luxor si estende la Valle dei re, ove fu eretto il tempio di Hatshepsut, l'unica donna che diventò faraone. Ogni estate i fiumi inondano il Nilo, l'acqua straripa dai suoi argini e crea in alcuni punti delle piane alluvionali. Nel passato le sue acque, in alcuni periodi dell’anno, A questo sistema fu sostituito nel 19° sec. [232] Queste condizioni favorevoli per le popolazioni umane si riflettono anche sui miti del paradiso, come ad esempio il Giardino dell'Eden nella Bibbia o i Campi Elisi e l'Età dell'oro nell'antichità classica,[224] e la diffusione delle lingue nilo-sahariane. Il grande fiume nasce come Kagera tra quelle montagne nel Congo orientale vicino al lago Kivu e si immette nel grande lago Ukerewe, che gli esploratori hanno chiamato Vittoria, ne esce e scorre brevemente a nord e precipita nelle cascate di Ripon per entrare nel lago Kyoga e riuscirne scendendo a ovest con le cascate Karuma e Murchison prima di dividersi ed entrare nel lago Alberto … Nam in ea parte quam in Aethiopiam vergit aut nulli imbres sunt aut rari. [104][57] Al cambiamento ha contribuito anche il gradiente termico tra l'Oceano Atlantico più freddo in primavera rispetto alla massa del continente africano, e quello tra le temperature più calde a nord del 10º grado di latitudine rispetto al sud rimasto più fresco. Nasce a sud dell'equatore e scorre verso nord attraverando l'africa del nord-est ,fino a sfociare nel mare Mediteraneo. Criceti In Regalo, [238], La transizione dal "Sahara verde" alla desertica situazione odierna, è considerata la più grande transizione ambientale dell'Olocene nell'Africa settentrionale;[239] al giorno d'oggi non ci sono praticamente più precipitazioni nella regione. Da Kartum, dove tutte le acque si incontrano, il fiume prende il nome di Nilo Sahariano o Nilo propriamente detto e si lancia nella sua grande impresa: attraversa la Nubia e, con una serie di sei cateratte, giunge ad Assuan da cui si immette nella sua lunga valle stretta tra i deserti, dove scorre fino al Mediterraneo per 1200 chilometri trasformati in una lunga oasi. Stojanowski, Christopher M. (30 November 2018). [52], La fine del periodo arido glaciale si situa tra 17 000 e 11 000 anni fa,[50] con un inizio anticipato nei monti del Sahara[33] dove può essere cominciato 18 500 anni fa. [277], I modelli climatici danno risultati non univoci riguardo all'effetto della componente antropogenica del riscaldamento globale sul livello delle precipitazioni nel Sahara/Sahel. [11] Nella penisola arabica, il monsone non penetra molto lontano dal Mar Arabico e alcune aree rimangono sotto l'influenza delle precipitazioni invernali portati dai cicloni che provengo dal Mar Mediterraneo. e s. m. – Famiglia linguistica africana diffusa lungo un arco che va dal Mali alla Tanzania, che comprende un rilevante numero di lingue prima considerate isolate. Con la dizione periodo umido africano, compreso all'incirca tra 14 600 e 5 500 anni fa, ci si riferisce al più recente periodo climatico in cui l'Africa settentrionale era più umida dell'attuale. Nel Sahara centrale le precipitazioni non superano i 50-100 mm/anno. Per la verità, la faccenduola, ancora “trattabile”, potrebbe trasformarsi in motivo di scontri ben più ponderosi tra i due ex nemici. Superate le cateratte di Assuan, la navigazione continua fino a Wadi Halfa; regolarmente navigato è poi il tratto fino a Khartoum. [72] Il Lago Kivu cominciò a esondare nel Lago Tanganica attorno a 10 500 anni fa. Il Nilo nasce nel cuore dell'Africa vicino all'Equatore e sfocia nel Mar Mediterraneo. Tuttavia le sorgenti del N. rimasero un problema insoluto fino alla metà del 19° secolo. [11] I dati ricavati dal polline indicano una dominanza delle graminacee rispetto agli alberi di origine umido-tropicale. Vicino al Nilo ci sono villaggi, città e templi. Volunteering. West African monsoon dynamics inferred from abrupt fluctuations of Lake Mega-Chad, Proceedings of the National Academy of Sciences, Late Pleistocene and Holocene palaeohydrology of Lake Rukwa, Tanzania, inferred from diatom analysis, Palaeogeography, Palaeoclimatology, Palaeoecology, Past climate variability through Europe and Africa, Die spätpleistozänen und holozänen Paläoseen in der zentralen Sahara - neue Ergebnisse aus der Téneré, dem Erg de Téneré und dem Erg de Fachi-Bilma, NE-Niger, Living in a swampy paradise: Paleoenvironmental reconstruction of an African Humid Period lacustrine margin, West Turkana, Kenya, Kilimanjaro Ice Core Records: Evidence of Holocene Climate Change in Tropical Africa, The Geology of the Arab World---An Overview, A mid-Holocene thermal maximum at the end of the African Humid Period, High- and low-latitude forcing of the Nile River regime during the Holocene inferred from laminated sediments of the Nile deep-sea fan, Water level history for Lake Turkana, Kenya in the past 15,000years and a variable transition from the African Humid Period to Holocene aridity, 20000 Jahre Klimawandel und Kulturgeschichte – von der Eiszeit in die Gegenwart, Wechselwirkungen, Jahrbuch aus Lehre und Forschung der Universität Stuttgart, New research on the Holocene settlement and environment of the Chad Basin in Nigeria, A late Holocene palaeoenvironmental 'snapshot' of the Angamma Delta, Lake Megachad at the end of the African Humid Period, The climate-environment-society nexus in the Sahara from prehistoric times to the present day. [146], Un simile episodio umido si verificò anche nella parte tropicale delle Americhe (nei Caraibi è stato identificato un episodio umido nel medio Olocene, che ben si correla con l'analogo periodo umido africano e che fu preceduto e seguito da condizioni secche[8]), in Cina, in Asia,[147][148][149][57][150] Hillaire-Marcel, Claude; Casanova, Joël; Lézine, Anne-Marie (1 March 1990). Le sue piene sono abbastanza regolari: iniziano a giugno e arrivano alla portata massima alla fine di settembre, dopodiché regrediscono fino al … [166] Alcune successive fluttuazioni del clima produssero brevi episodi umidi,[258] come quello avvenuto tra il 500 a.C e il 300 d.C. nell'Africa settentrionale al tempo dell'Impero romano e lungo il Mar Morto;[259] un precedente episodio era avvenuto 2 100 anni fa nel Sahel occidentale. [275] Anche l'Africa orientale risente della circolazione monsonica. [18], I precedenti periodi umidi sembrano essere stati più intensi di quello dell'Olocene,[19][20] compreso il periodo umido particolarmente intenso Eemiano che permise ai primi essere umani di attraversare l'Africa settentrionale e l'Arabia[21] e che, assieme ad altri periodi umidi, sono collegati all'espansione della cultura ateriana. IndirizzoVia Fratta Rotonda Vado Largo, 4 These cookies do not store any personal information. Palaeogeography, Palaeoclimatology, Palaeoecology. In passato si riteneva che fosse iniziato 9 000 anni fa, ma che fu interrotto dal Dryas recente,[57] anche se l'interpretazione è soggetta a controversie. Il fiume nilo e' il fiume piu' lungo del mondo. Nella mitologia greca fu considerato come un dio. Bowman, D.; Nyamweru, C. K. (1 January 1989). [84] Tra 11 000 e 10 000 anni fa la Terra si trovava al perielio durante il solstizio dell'estate boreale e questo ha provocato un aumento dell'irraggiamento solare di circa l'8%,[1] con il risultato che il monsone africano divenne più intenso e si spinse fino a latitudini più settentrionali. A valle del Lago Alberto, il N., detto qui Bahr al-Gebel, si apre la via nel tavolato con rapide, dopo aver ricevuto a destra l’Assua. Il nilo e` un grande fiumo e`composto da 2 fiumi; il primo nilo si chiama il nilo bianco e il secondo nilo si chiama il nilo azzurro ad etiopia, inizia sempre il suo percorso dal fiume di cagara nel lago Viktoria, si dice che il nilo azzurro contribuisce fortemente a nutrire il 80 -85 per cento dall`acqua del nilo. Si unisce al Nilo a circa 300 km a nord da Khartoum. [22], Durante l'ultimo massimo glaciale, cioè prima dell'ultimo periodo umido africano, il Sahara e il Sahel erano diventati estremamente aridi[23] con un livello di precipitazioni inferiore a quello odierno,[24][25] come vene evidenziato dall'estensione delle dune e dai livelli dell'acqua nei bacini endoreici. [65], Il Lago Vittoria riapparve e esondò,[1] anche il Lago Alberto esondò nel Nilo Bianco[27] tra 15 000 e 14 500anni fa[27] mentre il Lago Tana esondò nel Nilo Azzurro. Tuttavia i laghi sorgentiferi Vittoria e Mobutu furono scoperti solo da spedizioni (J.H. Nilo. [1], Il periodo umido iniziò tra 15 000[53][56] e 14 500 anni fa. Scorre tra rive incerte, inondate nelle piene, coperte da una fitta vegetazione palustre (sudd/">sudd), e si fraziona in molti rami. Il Nilo addomesticato . Piazzetta Marinari 5 “Nice place and delicious food ... La Campagnola #532 of 3,071 Restaurants in Naples 1,578 reviews. [221] Le scene includono sia animali[85] che la vita di ogni giorno,[221] come il nuoto; questo supporta la presenza di un clima umido nel passato. Benetton Outlet Online. [66], Nel periodo in cui il Nilo aveva un corso irregolare, in Egitto ci furono estese alluvioni,[27] le più vaste nella storia del fiume,[67] con deposito di sedimenti alluvionali nelle spianate adiacenti[68] e un probabile impatto anche sulle popolazioni che vivevano lungo le rive. [187] È possibile che precedenti periodi umidi abbiano permesso ad alcune specie di attraversare aree attualmente desertiche. Sbaffi, Laura; Wezel, Forese Carlo; Curzi, Giuseppe; Zoppi, Ugo (January 2004). Gen 2021 . Suo ramo sorgentifero è il maggior immissario del, Il regime del N. dipende dalle piogge stagionali delle regioni subtropicali. Il primo sbarramento fu costruito tra il 1833 e il 1884 a valle del Cairo. [171] Il paesaggio era assimilabile più a un mosaico di vari tipi di vegetazione di origine semi-desertica e umido-tropicale,[172] piuttosto che a un semplice spostamento verso nord di varie specie di piante;[173] persistevano certamente varie comunità di vegetazione giallastra e color marron. [51] Gli altopiani dell'Africa sembrano essere stati meno affetti dalla siccità durante l'ultimo massimo glaciale. Towards a comprehensive understanding of vegetation, fire and climate changes over the past one million years, Sedimentary and paleobiological records of the latest Pleistocene-Holocene climate evolution in the Kordofan region, Sudan, The Role of Nonlinear Drying above the Boundary Layer in the Mid-Holocene African Monsoon, Tropical cyclone activity enhanced by Sahara greening and reduced dust emissions during the African Humid Period, Shorelines in the Sahara: geomorphological evidence for an enhanced monsoon from palaeolake Megachad, Aquatic community response in a groundwater-fed desert lake to Holocene desiccation of the Sahara, The early Holocene humid period in NW Saudi Arabia – Sediments, microfossils and palaeo-hydrological modelling, Variations in water level for Lake Turkana in the past 8500 years near Mt. dove nasce il nilo. Il Nilo è il fiume più importante dell’Africa: sin dall’ età della pietra ha rappresentato una risorsa fondamentale per lo sviluppo dell’antica civiltà egiziana, che ha iniziato a stabilirsi lungo le sue sponde sin dal IX secolo a.C. Tradizionalmente considerato il fiume più lungo del mondo, il Nilo con i suoi 6853 Km in realtà deve lasciare il suo primato al Rio delle Amazzoni che misura 6992 Km di lunghezza totali. [82] A causa della precessione, varia la stagione in cui la Terra si trova al perielio, cioè al punto di minima distanza dal Sole, e il massimo dell'insolazione estiva si ha quando questa situazione capita durante l'estate boreale. [105], Le fluttuazioni della zona di convergenza intertropicale ebbero invece un effetto limitato sulla variazione delle precipitazioni nell'Africa orientale,[106][107] e non è certa la loro influenza sulle condizioni nella penisola arabica.[108]. E’ qui che i faraoni cominciano a far scavare le loro tombe all'interno della montagna, posizionando il sarcofago alla fine di … In una vasta espansione di paludi, dove il fiume ha grandi perdite per evaporazione (la portata si riduce a ca. Mouline, Karine; Granjon, Laurent; Galan, Maxime; Tatard, Caroline; Abdoullaye, Doukary; Atteyine, Solimane Ag; Duplantier, Jean-Marc; Cosson, Jean-François (2008). Nella società egizia non c'erano differenze tra le classi sociali. Le acque del Nilo scorrono ad un volume medio di 300 milioni di metri cubi (79,2 miliardi di galloni) al giorno. [178] La distribuzione nord-sud delle tipologie vegetali è stata ricostruita in base a dati ottenuti da carbone vegetale e pollini. Tall Roma Primavera, La prima occupazione del riparo di Takarkori si verificò tra 10 000 e 9 000 anni fa,[201] e ci sono evidenze di evoluzione culturale umana per circa cinque millenni. [219][220], Le tracce lasciate dall'insediamento umano includono l'arte rupestre, con numerosi petroglifi e pitture rupestri nel Sahara, dove c'è una delle più grandi concentrazioni di queste attività nel mondo. [39], Prima dell'inizio del periodo umido, sembra che i laghi Vittoria, Alberto, Edoardo,[27] Turkana[40] e le paludi del Sudd si fossero prosciugati. Zolitschka, Bernd; Fey, Michael; Janssen, Stephanie; Maidana, Nora I; Mayr, Christoph; Wulf, Sabine; Haberzettl, Torsten; Corbella, Hugo; Lücke, Andreas; Ohlendorf, Christian; Schäbitz, Frank (20 December 2018). Informazioni su dispositivo e connessione Internet, incluso l'indirizzo IP, Attività di navigazione e di ricerca durante l'utilizzo dei siti web e delle app di Verizon Media. 500 m nei periodi di magra. Suo ramo sorgentifero è il maggior immissario del Lago Vittoria, il fiume Kagera (lungo 600 km). ISSN 0031-0182. Comunemente si considera il Nilo nascere dal lago Vittoria in Uganda anche se il lago stesso è alimentato da un immissario, il Kagera lungo 690 km. See the Instructional Videos page for … Mooney, Scott D.; Black, Manu P. (1 March 2006). Rivoluzione Russa Sintesi Pdf, [1][233] Con il declino della vegetazione,[234] la sabbia riprese il suo posto nel Sahara che ritornò ad essere arido;[85] nell'Africa settentrionale aumentò l'erosione eolica,[235] con il conseguente trasporto di polvere dalle aree ritornate desertiche[236] e dai bacini lacustri prosciugati,[237] come la depressione del Bodélé, che oggi rappresenta la più importante sorgente di polvere del nostro pianeta. Hunc nobilissimum amnium natura extulit ante humani generis oculos et ita disposuit ut eo tempore inundaret Aegyptum quo maxime, usta fervoribus, terra undas altius traheret ("assorbe"). All instructional videos by Phil Chenevert and Daniel (Great Plains) have been relocated to their own website called LibriVideo. Il fiume Nilo La civiltà degli Egiziani nasce a Nord Est dell'Africa, vicino al fiume Nilo. Soggiorno turistico; produzione di fertilizzanti. La civiltà egizia parte 2. Attualmente si trova a sud di questa opera di ingegneria civile. [215], Nei monti del Tadrart Acacus sono stati identificati diversi orizzonti culturali chiamati Acacus iniziale e finale; inoltre è stata identificata une sequenza definita "pastorale" iniziale, medio e finale,[214] mentre nel Niger la Cultura Kiffiana è stata collegata all'insorgere del periodo umido africano. Le terre vicine alle rive del fiume sono fertili, grazie alle sue acque. [57] Anche il flusso di calore nel suolo e l'evaporazione vengono alterati dalla presenza della vegetazione. Quando piove l'acqua di questo fiume cresce tanto, va fuori e bagna tutta la terra intorno. Le acque del Nilo, … [261] Da taluni l'evento di 4 200 anni fa viene considerato come la vera fine del periodo umido[262] specialmente nell'Africa centrale. Dopo la confluenza da destra dell’Atbara, ultimo dei suoi affluenti, attraversa il deserto. Il sito non utilizza cookie per fini di profilazione ma consente l’installazione di cookie di terze parti anche profilanti. Modern and late Quaternary clay mineral distribution in the area of the SE Mediterranean Sea, Timing and characteristics of Late Pleistocene and Holocene wetter periods in the Eastern Desert and Sinai of Egypt, based on 14 C dating and stable isotope analysis of spring tufa deposits, Late Quaternary climate–ocean changes in western North Africa: offshore geochemical evidence, Transactions of the Institute of British Geographers, Exploring records of Saharan dust transport and hurricanes in the western North Atlantic over the Holocene, Das Quartär in den Tropen: Eine Rekonstruktion des Paläoklimas, Climate and vegetation: Simulating the African humid period, Environmental change and archaeology: lake evolution and human occupation in the Eastern Sahara during the Holocene, The Late Pleistocene-Holocene African Humid Period as Evident in Lakes, Oxford Research Encyclopedia of Climate Science, Multi vegetation model evaluation of the Green Sahara climate regime: RAINFALL SUPPORTING A GREEN SAHARA, Progress in studies of the climate of humid period and the impacts of changing precession in early-mid Holocene, Quaternary Glaciations of the Atlas Mountains, North Africa, A holocene pollen diagram from El Atrun, northern Sudan, Africa from MIS 6-2: Population Dynamics and Paleoenvironments, Stepwise Holocene aridification in NE Africa deduced from dust-borne radiogenic isotope records, The effects of solar irradiation changes on the migration of the Congo Air Boundary and water levels of paleo-Lake Suguta, Northern Kenya Rift, during the African Humid Period (15–5ka BP), Hydrological constraints of paleo-Lake Suguta in the Northern Kenya Rift during the African Humid Period (15–5kaBP), Influence of Holocene marine transgression and climate change on cultural evolution in southern Mesopotamia, Djara: zur mittelholozänen Besiedlungsgeschichte zwischen Niltal und Oasen, Abu-Muharik-Plateau, Ägypten, A reassessment of lake and wetland feedbacks on the North African Holocene climate, Intensity of African Humid Periods Estimated from Saharan Dust Fluxes, After 5000 BC: The Libyan desert in transition, Forest-savannah dynamics on the Adamawa plateau (Central Cameroon) during the "African humid period" termination: A new high-resolution pollen record from Lake Tizong, First dairying in green Saharan Africa in the fifth millennium bc, The beginnings of dairying as practised by pastoralists in 'green' Saharan Africa in the 5th millennium BC, Earliest direct evidence of plant processing in prehistoric Saharan pottery, West African monsoon variability during the last deglaciation and the Holocene: Evidence from fresh water algae, pollen and isotope data from core KW31, Gulf of Guinea, Timing of vegetation changes at the end of the Holocene Humid Period in desert areas at the northern edge of the Atlantic and Indian monsoon systems, Climate change and human occupation in the Southern Arabian lowlands during the last deglaciation and the Holocene, Temporal relationship between Holocene human occupation and vegetation change along the northwestern margin of the Central African rainforest, Vegetation at the Time of the African Humid Period, Timing of the southward retreat of the ITCZ at the end of the Holocene Humid Period in Southern Arabia: Data-model comparison, Wadi Bakht revisited: Holocene climate change and prehistoric occupation in the Gilf Kebir region of the Eastern Sahara, SW Egypt, The global monsoon across timescales: coherent variability of regional monsoons, Greening of the Sahara suppressed ENSO activity during the mid-Holocene, Two phases of the Holocene East African Humid Period: Inferred from a high-resolution geochemical record off Tanzania, A major widespread climatic change around 5300 cal. Haber, Marc; Mezzavilla, Massimo; Bergström, Anders; Prado-Martinez, Javier; Hallast, Pille; Saif-Ali, Riyadh; Al-Habori, Molham; Dedoussis, George; Zeggini, Eleftheria; Blue-Smith, Jason; Wells, R. Spencer; Xue, Yali; Zalloua, Pierre A.; Tyler-Smith, Chris (1 December 2016). Dove nasce il Nilo. quello dell’irrigazione permanente, mediante la costruzione di sbarramenti che permettono di immagazzinare le acque del fiume e distribuirle razionalmente.

Anime Shojo Netflix, Avvocati Guardia Di Finanza, Avvertenze Generali Cosa Sono, Quante Volte Deve Mangiare Un Gatto Di 2 Mesi, Prima Erogazione Pensione,

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *